BENVENUTO A CASUZZE

CERCA
Vai ai contenuti

Menu principale:

COME SI ARRIVAVA

STORIA RECENTE > ANNI '40

In quegli anni per arrivare a Casuzze bisognava passare da Santa Croce; oppure ci si fermava a Marina di Ragusa.

VIAGGIO VIA TERRA.

Si utilizzavano i carretti (se non si possedevano si affittavano) e si passava da Santa Croce. Era un viaggio di circa 7 ore, si partiva presto la mattina verso le 4 da Ragusa e si arrivava verso le 11. Sul carro oltre alle persone si sistemavano anche le provviste necessarie e le valigie o i sacchi con le cose che potevano servire. Quando si partiva, per rischiarare la strada, sotto il carretto era abitudine mettere uno e due "lumi ri carrettu", generalmente un cane faceva compagnia. Durante il tragitto si scherzava, si cantava, si raccontavano fatti e quando il sole cominciava a farsi sentire ci si proteggeva con gli ombrelli.

Una volta arrivati le persone portavano nelle loro case tutte le masserizie; mentre il padrone del carretto "spaiava u carrettu"  liberava cioè il mulo, lo portava in acqua per lavarlo dal sudore e improvvisava una capanna con un lenzuolo per ripararsi dal sole, per cambiarsi e fare il bagno.

VIAGGIO PER TERRA E PER MARE.
Altra possibilità era quella di arrivare a Mazzarelli (oggi Marina di Ragusa) o con il carretto, oppure con i primi autobus di linea. Fin dal 1880 esisteva già un servizio di collegamento con il pullman che collegava Ragusa -  Santa Croce - Mazzarelli - Ragusa. Arrivati a Mazzarelli bisognava affittare una barca per arrivare alla spiaggia piccola di Casuzze. Punto di riferimento era "
a casa russa" la casa di color rosso scuro del Sig. Rollo. Se non si avevano molti bagagli e se il sole non era troppo forte, a volte, si preferiva fare a piedi il tragitto Mazzarelli - Casuzze, utilizzando un sentiero a ridosso della costa. Sul finire degli anni '40 inizi anni '50 s'incominciarono a vedere le prime moto. Fu proprio il Sig. Rollo il primo ad averne una, e non di rado i casuzzari si rivolgevano a lui per farsi portare da Ragusa piccole cose che potevano servire.

Ultimo aggiornamento: 26/01/2018
giampigiacomo@libero.it
http://picasion.com/i/1U5qo/
Torna ai contenuti | Torna al menu