BENVENUTO A CASUZZE

CERCA
Vai ai contenuti

Menu principale:

LE ALGHE SONO ANCHE UN PROBLEMA

IL MARE > > A PROPOSITO DI ALGHE

È indubbio comunque che la presenza di alghe nelle zone turistico-balneari, può scoraggiare la presenza dei bagnanti sia per i residui fluttuanti e sia per gli odori che si sviluppano durante i processi di degradazione batterica, dovuti alla produzione di idrogeno solforato. Questo succede unicamente quando il materiale permane in acqua o sulla battigia per lungo tempo in condizioni di sovrasaturazione. La diminuzione del valore turistico della spiaggia stessa obbliga le amministrazioni locali a rimuovere tali depositi per rendere le spiagge più gradevoli e ospitali. La rimozione della posidonia però accelera l’erosione delle spiagge e compromette l’integrità dell’habitat costiero. Un problema quindi difficile da risolvere.

COME AFFRONTARE IL PROBLEMA ALLORA?
La gestione del materiale spiaggiato non risulta di semplice soluzione anche perché mancano regole e modelli condivisi. La normativa vigente difatti, non è facile da interpretare:
le posidonie infatti non sono indicate espressamente come materiale di rifiuto. In mancanza di una univoca metodologia gestionale e di norme specifiche, gli amministratori locali, ad oggi, hanno adottato per lo più soluzioni gestionali temporanee e di emergenza, ricorrendo anche ad onerosi interventi di raccolta e smaltimento in discarica dei materiali spiaggiati.

Ultimo aggiornamento: 05/07/2017
giampigiacomo@libero.it
http://picasion.com/i/1U5qo/
Torna ai contenuti | Torna al menu