BENVENUTO A CASUZZE

CERCA
Vai ai contenuti

Menu principale:

LA PREISTORIA

STORIA ANTICA

Il tempo che intercorse fra la comparsa dell’uomo nelle nostre zone (vedi Fontana Nuova, nella cartina al n° 1) e la colonizzazione dei greci fu contrassegnato da un continuo assestamento ambientale dovuto alla fine della glaciazione di Würm: aumento dell’altezza dei mari, cambiamenti climatici, cambiamento dei corsi d’acqua e della loro portata.
Intorno al 1800 gruppi di Sicani si stanziarono a est, ad ovest e a nord di Casuzze.
A Est presso Contrada Maestro e Maulli, che si trovano rispettivamente sulla riva sinistra e destra del fiume Irminio; a Ovest nel  villaggio fortificato di Branco Grande, fra Punta Braccetto e  Kamarina; a Nord presso la contrada di “cento pozzi” in territorio di Ragusa. Il territorio di Casuzze era quindi un punto di transito per i Sicani.
Intorno al 1200 i Sicani furono cacciati via dalla Sicilia orientale dai Siculi, che nel nostro territorio si stabilirono a Ragusa Ibla, Castiglione, Modica, Chiaramonte, Paraspola, Scornavacche, monte Casasia. Intorno al 770 a.C. il territorio ibleo e quindi anche Casuzze, registrò i primi contatti precoloniali con i greci.
La cartina sotto mette in evidenza i Siti preistorici (che nel nostro caso vanno dai 30.000 ai 3.000 anni a.C.), i Siti di età classica (dal III al V secolo a.C.) e Tardo Antica (dal III al VI secolo d.C.), i siti di età islamica e  Alto-Medievale (dal IX all’XI secolo d.C.) del comune di Santa Croce Camerina, a cui territorialmente Casuzze appartiene.

Per secoli i nostri progenitori Homo Sapiens, Sicani, Siculi furono costretti a cambiare insediamenti ogni qual volta le condizioni di vita diventavano inospitali e a cercare nuovi territori che offrivano loro acqua, cibo e sicurezza. Lo scioglimento dei ghiacciai provocò anche l’aumento del livello dei fiumi ed il rischio di inondazioni. Solo ad inizio Olocene 11.000 anni fa, le temperature e le precipitazioni raggiunsero i valori attuali; mentre solamente 6.000 e 5.000 anni i livelli marini raggiunsero la posizione attuale.

IL TORRENTE BIDDEMI.

Tutto il territorio di Casuzze che si affaccia al mare, 12.000-10.000 anni fa circa, era molto probabilmente il letto del fiume Biddemi, che aveva una portata notevolmente superiore a quello di qualche centinaia di anni fa. Con il passare degli anni però per diversi motivi, questo fiume si trasformò in torrente.

Ultimo aggiornamento: 17/10/2017
giampigiacomo@libero.it
http://picasion.com/i/1U5qo/
Torna ai contenuti | Torna al menu